Preferiti

4.9

 

Azienda Agricola Tenute Valerio

Prodotti agricoli

Sostenibile

Tradizione

Allevamento

Degustazioni

Ospitalità

Dettagli

La storia di una grande famiglia sulle orme di nonno Sabatino


La forza delle radici che racconta la storia di una grande famiglia. Quella dell'azienda agricola Tenute Valerio a Campana di Fagnano Alto. E' nonno Sabatino a seminare con fatica e passione le fertili terre baciate dal sole nella media Valle dell'Aterno. Ma la terra non bastava e allora si arrangiava una valigia per cercare fortuna lontano. Arriverà fino in Canada, ma quella terra amata resta nel cuore e molti anni dopo, nonno Sabatino ritornerà a coltivare la sua campagna.

“Da bambino aiutavo sempre mio nonno Sabatino- racconta il nipote Donato – e il suo amore per questa terra è diventato anche il mio”. Ma anche per Donato c'era in serbo una partenza e, una volta cresciuto, lascerà Campana per trasferirsi a Bologna per fare il poliziotto. “Ogni volta che tornavo era un dispiacere vedere tutto all'abbandono- spiega Donato. Poi sono ritornato qui per lavoro e per me e la  mia famiglia è cominciato a riprendere vita quel sogno di ricominciare”.

La terra amata prende di nuovo vita con l'aiuto di tutta la famiglia e nel 2018 la moglie di Donato, Ilaria Forte, la riprende il mano con un progetto nuovo, l'azienda agricola Tenute Valerio.

Attaccamento alla famiglia e alle tradizioni è la forza di Tenute Valerio, dove ogni prodotto nasce dall'impegno di tutti e dalla voglia di valorizzare e promuovere il territorio.

Tenute Valerio coltiva in modo naturale ortaggi e frumento, ma si dedica anche a piccoli allevamenti domestici, tra cui gli asini. Una produzione di eccellenza è quella delle cipolle, che vengono trasformate sapientemente in confetture, agrodolci e sottoli. Dal frumento vengono ricavate farine artigianali di grani antichi, ma anche una piccola produzione di pasta. In collaborazione con altri produttori, è nata la Pasta del Cammino, prodotta dai grani coltivati  sulle terre del Cammino del Perdono che Pietro da Morrone intraprese lungo queste terre che lo portarono a L'Aquila per diventare Papa Celestino V.

Non mancano patate, insalate, aglio, pomodori e tartufi. Ultima produzione è quella del peperoncino, dal tipico colore verderosso (regalato dalle caratteristiche climatiche del territorio)con la trasformazione in confetture, agrodolci e sottoli.

La forza delle radici porterà adesso un passo più in là, in America, con la Promoter Abruzzo World Trade, il nuovo progetto di internazionalizzazione della Promoter Abruzzo di Castelvecchio Subequo. “I nostri prodotti racchiudono la forza della nostra famiglia- dicono Donato e Ilaria- e con gli altri piccoli produttori raccontiamo un grande sogno collettivo fatto di eccellenza ed unicità”.


FOTO GENTILMENTE CONCESSE DA TENUTE VALERIO

Gallery

Cosa dicono di questa
attività

Mario Rossi
Mario Rossi
@username
Leggi Tutto
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.
Mario Rossi
Mario Rossi@username
Leggi Tutto
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.
Mario Rossi
Mario Rossi@username
Leggi Tutto
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Dove si trova questa
attività ?

Prodotti agricoli

Sostenibile

Tradizione

Allevamento

Degustazioni

Ospitalità

Barra enti Vivendostore

Condividi questa attività

Facebook
WhatsApp
Email
Twitter

Condividi questa attività

Facebook
WhatsApp
Email
Twitter