Azienda Agricola Biolathyrus di Tagliola Genny & Pietro S.S.

  • Lunga tradizione familiare
  • Legumi e cereali d'Abruzzo
  • Riscoperta dei semi autoctoni
  • Profumi e sapori di un tempo
o

Azienda Agricola Biolathyrus di Tagliola Genny & Pietro S.S.

Da oltre tre generazioni, l’azienda Biolathyrus coltiva cereali e legumi autoctoni nello splendido scenario dell’Abruzzo interno. Una coltura tradizionale e minuziosa che nasce dai bisnonni del signor Pietro, oggi guida dell’azienda. I terreni coltivati, immersi nell’Appennino abruzzese ad oltre 850 metri di altitudine, si trovano in uno dei borghi autentici d’Italia che prende il nome di Collarmele.

La grande evoluzione dell’azienda nasce dal catastrofico sisma del 2009, quando durante la sistemazione di una vecchia cantina Pietro scopre preziose lenticchie che credeva ormai perdute. Da qui, la scelta di ricercare con caparbietà i semi di legumi autoctoni e autentici, come i fagioli o i ceci abruzzesi. Inizia così un cambiamento radicale del metodo produttivo, con l’abbandono dell’agricoltura intensiva in favore di quella biologica.

La cura e l’attenzione rivolte ai suoi prodotti hanno consentito di raggiungere eccellenti riconoscimenti in termini di qualità; si pensi al marchio di garanzia apposto su ogni prodotto dal Parco Regionale Sirente - Velino. Difatti, la lavorazione mediante tecniche artigianali garantisce le proprietà organolettiche e nutrizionali dei legumi e cereali Biolathyrus. Pietro ricorda ancora le operazioni più tradizionali quali la pulitura, la ventilatura per essiccare e la tritatura per ottenere le farine; tutte rigorosamente fatte a mano con la sapiente arte dei suoi bisnonni.

TORNA SU