IL TUO ITINERARIO

UN GIRO IN E-BIKE FRA I TESORI DEL LAGO DI SCANNO | Tutti i dettagli per un itinerario indimenticabile

DIFFICOLTÀ: media; percorso adatto a ragazzi dai 12 anni in su. Cicloescursione presidiata da guide riconosciute dalla Federazione Ciclistica italiana.

LUNGHEZZA: 30 km
DURATA: 3h

01

TAPPA 1

Il lago naturale più suggestivo d’Abruzzo è il nostro punto di partenza. Incastonato nella Valle del Sagittario, sul confine del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il Lago di Scanno è un gioiello che merita di essere visitato. Ci troviamo a 922 metri di quota, circondati dai borghi storici di Scanno e Villalago, sulle rive del famoso Lago “a cuore”.  Sullo sfondo ci sono i fitti boschi della Montagna Grande, mentre le acque verdi e azzurre riflettono i pendii rocciosi del Monte Genzana. La natura attorno ci incanta a prima vista; impossibile non concedersi una rilassante passeggiata o regalarsi un’escursione in canoa o in pedalò. Ai più curiosi, invece, si consiglia di fare una sosta per godersi il birdwatching.
02

TAPPA 2

Lasciandoci alle spalle questo paradiso, ci prepariamo per una nuova esperienza. Noleggiate le nostre e-bike seguiamo la segnaletica per il “Sentiero del Cuore”. La strada in salita si inoltra nella fitta vegetazione per aprirsi poi in alcuni punti strategici; qui, il bosco lascia spazio all’incantevole vista del borgo di Scanno. Si continua a salire fino a raggiungere una meravigliosa terrazza panoramica. Da questa prospettiva così caratteristica, il Lago appare a forma di cuore. È il punto più alto per ammirare l’intera vallata; da est a ovest, lo sguardo si ferma sul piccolo paesino di Frattura e scorre poi sulle cime della Terrata.
03

TAPPA 3

Siamo pronti per ripartire in direzione del centro storico di Scanno. L’atmosfera del borgo ci avvolge fin da subito. Le donne in costume tradizionale, le botteghe di arte orafa, i vecchi forni: è uno di quei posti meravigliosi che raccontano una storia. Palazzi, archi, piccole stradine e chiesette ci guidano alla scoperta di ogni dettaglio. Scanno è uno dei borghi più fotografati d’Italia, tanto che già negli anni ’50 Henri Cartier-Bresson era andato a “…catturare con una sola immagine l’essenziale di ogni scena…”. L’architettura del borgo si intreccia infatti alle più antiche tradizioni: dalle preziose ricette dei dolci tipici, come il Pan dell’orso o i Mostaccioli, al gioiello abruzzese per eccellenza: la “Presentosa”.
04

TAPPA 4

Ancora affascinati dalla magia di questo luogo, ci rimettiamo in moto per raggiungere la vicina Frattura Vecchia. Spesso conosciuta come il paese fantasma, è diventata nel tempo un attrattivo set cinematografico. Si cammina tra i ruderi delle case fino alla torre posta sulla sommità; da qui, una finestra panoramica si affaccia sull’intera vallata e sul Lago a forma di cuore. La vista lascia il fiato sospeso ricordandoci le inimitabili bellezze dell’Abruzzo. La consigliamo come una delle cose da vedere, quando si è di passaggio in questa terra o, meglio ancora, quando la si sceglie per vivere un’esperienza nuova e diversa da tutte le altre. Adesso che il nostro giro in e-bike è terminato, possiamo tornare a rilassarci sulle rive del Lago.
TORNA SU