Preferiti

4.9

Azienda Agricola Dietro il Monte

Mais Nero

Sostenibile

Top Quality

Km zero

Farina, biscotti, birra

Mulino ad acqua

Dettagli

Luca Tarquini e la storia incredibile del mais nero  “porta fortuna”

tra credenze popolari e amore per la terra


Tutto nasce da un racconto, quello di una nonna ad un nipote. Una di quelle storie che, tra il profumo della tradizione e l'amore per la propria terra, si tramandavano oralmente in paese. La storia incredibile di chi trovava un chicco di mais nero mentre si spannocchiava una pannocchia, un autentico “colpo di fortuna” tanto da poter dare un bacio a chiunque si volesse. Romantica e audace: nasce così la coltivazione del mais nero di Luca Tarquini nella sua azienda agricola “Dietro il Monte” a Bazzano, una manciata di chilometri da L'Aquila. Da quell'aneddoto, trovare la pannocchia di mais nero è diventata quasi una sfida. “Nel 1993, per caso vidi due pannocchie di mais nero sulla porta di un contadino della zona- racconta Luca Tarquini. Iniziò un lungo corteggiamento per averle e alla fine ne ebbi una. Con grande felicità la portai da mia nonna”. Seguono anni di prove ed esperimenti per pulire sempre più il seme. “ Quella del mais nero è una coltura antichissima, presente già nel 1500 nel nostro territorio, ma poi è scomparso - racconta Luca - perché cede molto all'impollinazione”. Parte così la prima semina. “All'inizio era un hobby, anche se mi appassionava molto- prosegue Luca. Piantai 200 semi e ne ottenni solo 8. Ogni anno ripetevo la semina solo con i chicchi neri, facendo attenzione a non farlo ibridare. Solo dopo 19 anni di lavoro, sono riuscito ad arrivare alla purezza”. La passione diventa a breve un'attività a tempo pieno. E' il 2015 quando Luca lascia il suo lavoro da tecnico di elettrodomestici e si dedica anima e corpo, con la sua compagna, alla coltivazione del mais nero, unico in Abruzzo. Oggi “Dietro il Monte” è un'azienda a conduzione famigliare, a Km zero, che conta 5 ettari di terreno per una produzione di 30/40 quintali ad ettaro, circa 120-130 quintali l'anno. Il prezioso bottino viene trasformato in prodotti sani e genuini. All'inizio solo polenta, poi si aggiungono biscotti, ferratelle e anche birra di mais nero. L'ultimo arrivato (2023) è “Ne vuoi 1?”, uno snack tutto naturale che a breve farà parte di un progetto di educazione alimentare nelle scuole del territorio. L'intera procedura di coltivazione, raccolta e macinazione avviene nel rispetto della sostenibilità ambientale, con il mais macinato a pietra con un mulino ad acqua e irrigato dalle acque del fiume Vera, che aziona lo stesso mulino.“ Il mais nero – conclude Luca – ha un bassissimo contenuto di nichel e proprietà organolettiche straordinarie, con alto contenuto di antiossidanti e vitamine così come tutti i frutti rossi”. Il futuro ora è continuare e far conoscere senza confini un prodotto antichissimo, naturale e genuino. Il futuro si chiama America con la Promoter Abruzzo World Trade, il nuovo progetto di internazionalizzazione della Promoter Abruzzo di Castelvecchio Subequo. “Una grande occasione per invertire la rotta e far conoscere prodotti che sono storia, passione e assoluta eccellenza del nostro territorio”.
FOTO GENTILMENTE CONCESSE DA AZIENDA AGRICOLA DIETRO IL MONTE

Gallery

Cosa dicono di questa
attività

Mario Rossi
Mario Rossi
@username
Leggi Tutto
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.
Mario Rossi
Mario Rossi@username
Leggi Tutto
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.
Mario Rossi
Mario Rossi@username
Leggi Tutto
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Dove si trova questa
attività ?

Mais nero

Sostenibile

Top Quality

Km zero

Farina, biscotti, birra

Mulino ad acqua

Barra enti Vivendostore

Condividi questa attività

Facebook
WhatsApp
Email
Twitter